La riga di comando: come iniziare con le app Linux sul tuo Chromebook

Sistema Operativo Chrome

Condividere:

Se non conosci i Chromebook e desideri iniziare a utilizzare le app Linux, la riga di comando è il punto di partenza. La riga di comando è un'interfaccia basata su testo che consente di immettere comandi per eseguire programmi o manipolare file sul computer. Per iniziare a utilizzare la riga di comando sul tuo Chromebook, devi abilitare il supporto Linux. Dopo averlo fatto, puoi installare qualsiasi app Linux che desideri. Per installare un'app, dovrai utilizzare un gestore di pacchetti come apt-get. Dopo aver installato un'app, puoi avviarla dalla riga di comando digitandone il nome. Ad esempio, per avviare l'app calcolatrice, digitare 'calc'. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della riga di comando sul Chromebook, consulta le seguenti risorse:



Abbiamo passato molto tempo a parlare delle app Crostini e Linux negli ultimi tempi, ma mi sono reso conto che l'utente medio di Chromebook potrebbe essere un po' intimidito quando iniziamo a parlare di terminali, righe di comando e altro gergo Linux. Ciò mi ha spinto a fare un passo indietro e provare a considerare ciò che un utente di Linux su Chrome OS per la prima volta dovrebbe sapere per sentirsi sicuro utilizzando la funzionalità relativamente nuova sul proprio Chromebook. Ho capito subito che sarebbe stata una grande impresa documentare tutto quello che c'è da sapere su Linux su Chrome OS in una sola seduta. Quindi, abbiamo pensato che sarebbe stata un'ottima idea iniziare una serie in corso dedicata specificamente a Linux su Chrome OS e a tutte le cose che puoi fare con questa potentissima funzionalità.

Benvenuti alla riga di comando

La riga di comando sarà un post settimanale che inizia con le basi dell'utilizzo di Linux su Chrome OS e da lì esploreremo tutte le possibilità che le app Linux offrono ai Chromebook. Abbiamo scelto la riga di comando per un motivo specifico di cui parleremo a breve, ma prima partiamo dall'inizio e spieghiamo cos'è il Progetto Crostini e come puoi sfruttarlo sul tuo Chromebook.

Cos'è Crostin?

Il progetto Crostini ha preso il nome dal suo predecessore Crouton, che era il modo hacky per eseguire Linux in parallelo a Chrome OS. Crouton era un metodo non ufficiale che richiedeva di mettere il tuo dispositivo in uno stato non protetto e quindi lasciava gli utenti ai propri dispositivi in ​​caso di rottura di qualcosa. Crostini, per definizione, è un crostino fantasia che viene generalmente servito con una sorta di condimento. L'adozione di Crostini da parte degli sviluppatori di Chromium è un gioco di parole, ma il progetto Crostini è esattamente ciò che suggerisce il nome. È un metodo raffinato per utilizzare le app Linux su Chrome OS che possono essere utilizzate dalle masse senza timore di lasciare il dispositivo in uno stato di vulnerabilità.

Crostini utilizza VM (macchine virtuali) combinate con tecnologia container per eseguire app Linux su Chrome OS. Ci sono molti tecnici diversi che contribuiscono a far funzionare Crostini e per quelli di voi che vogliono scendere nella tana del coniglio, possono farlo andando al Chromium OS Doc qui . Mentre continuiamo con questa serie, discuteremo i dettagli più fini di cosa e come, ma per ora, stiamo iniziando dalle basi.

Perché le app di Linux contano

Fino all'arrivo delle app Android, l'installazione fisica di un'applicazione su un Chromebook semplicemente non era una cosa. Tutto è basato sul Web e questa è una piccola parte di ciò che rende Chrome OS leggero, veloce e sicuro. Mentre Android porta molto sul tavolo, le app mobili devono essere ottimizzate per il desktop e molti sviluppatori non sono pronti a colmare questa lacuna. Fortunatamente, Chrome OS è basato sul kernel Linux, il che significa che eseguire app Linux eseguibili su un Chromebook è abbastanza fattibile e grazie a Crostini, ora fa parte del sistema operativo pronto all'uso. Per gli utenti che hanno faticato a lasciare Windows o Mac, Crostini apre le porte alla ricerca di applicazioni Linux alternative per rendere il passaggio meno doloroso.

Sfortunatamente per gli utenti di Chrome OS che non hanno familiarità con Linux, saltare su Google e provare a trovare informazioni sulla ricerca e l'installazione di applicazioni potrebbe facilmente provocare un esaurimento nervoso. Linux non è un singolo sistema operativo, ma un intero catalogo di sistemi operativi costruiti sullo stesso kernel Linux di Chrome OS. Ognuno ha le sue caratteristiche uniche e i metodi per l'installazione delle applicazioni variano notevolmente tra le diverse distro o distribuzioni. Ciò rende impossibile puntare a una posizione particolare per trovare, scaricare e installare applicazioni. Approfondiremo ulteriormente i diversi tipi di app e i modi per installarli in seguito. Per ora, continueremo con semplici comandi che installeranno alcune delle applicazioni più comuni che gli utenti cercheranno quando provengono da Windows o Mac.

Innanzitutto, dovremo abilitare le app Linux sul tuo dispositivo Chrome. Se non sei sicuro che il tuo Chromebook supporti o meno le app Linux, basta un attimo per scoprirlo. Il modo più semplice è semplicemente andare alle impostazioni di Chrome OS e dopo essersi assicurati che Chrome OS sia aggiornato, cercare Linux (Beta) sul lato sinistro del menu delle impostazioni. Se non è presente, probabilmente il tuo dispositivo non lo supporta o utilizzi un Chromebook gestito e Linux non è abilitato dall'amministratore. Se è lì, dovrebbe assomigliare a questo:

Puoi trovare ulteriori informazioni sui dispositivi supportati qui . Se il tuo Chromebook è supportato, fai clic sulla scheda Linux (Beta) sul lato sinistro, quindi fai clic su Attiva nel menu Linux. Questo avvierà il processo di installazione di Linux. Fare clic su Installa nella schermata successiva e ora aspettiamo. Il processo richiederà un minuto o due a seconda del dispositivo.

Una volta completata l'installazione, verrai accolto da una nuova schermata che potrebbe non assomigliare a nulla che tu abbia mai visto prima su Chrome OS. Niente panico. Lo schermo nero stranamente vuoto che stai visualizzando è ciò che molti utenti conoscono come il terminale. Questa interfaccia può essere trovata in varie forme su Linux, Windows, macOS e persino Chrome OS sotto forma di crosh screen. Se non hai familiarità con crosh, fai clic su Ctrl+Alt+T e vedrai di cosa sto parlando. È solo una versione basata su browser di un terminale. I terminali sono anche chiamati CLI o Command Line Interface. Potresti anche notare che il nome utente sulla riga di comando è lo stesso del tuo accesso a Chrome OS con @penguin aggiunto alla fine. Puoi effettivamente cambiarlo con un comando e in futuro, sarai in grado di impostare un nome personalizzato quando abiliti Linux per la prima volta. Ora che Linux è abilitato, il terminale verrà visualizzato come app nel programma di avvio del Chromebook.

Condividi Con I Tuoi Amici :