Google Keep ora ti consentirà di utilizzare immagini di sfondo create dal designer per le tue note

Notizia

Condividere:

Google Keep, un'app per prendere appunti, ha annunciato una nuova funzionalità che consentirà agli utenti di personalizzare lo sfondo delle proprie note con immagini provenienti da collezioni di designer. La mossa fa parte dello sforzo di Google per rendere i suoi prodotti più attraenti per gli utenti e per competere con app simili come Evernote. Con questa nuova funzionalità, gli utenti potranno scegliere tra una selezione di immagini create dai designer o caricarne di proprie. Le immagini di sfondo possono essere utilizzate per aggiungere interesse visivo alle note oppure possono essere utilizzate per aiutare a organizzare le note in categorie. Ad esempio, gli utenti possono utilizzare un'immagine diversa per ogni classe che frequentano oppure possono utilizzare un'immagine per le note relative al lavoro e un'altra immagine per le note personali. Questa nuova funzionalità è solo una delle tante modifiche recenti che Google ha apportato a Keep nel tentativo di renderlo più intuitivo e competitivo con altre app per prendere appunti. Nell'ultimo anno, l'azienda ha aggiunto funzionalità come titoli suggeriti automaticamente per nuove note, la possibilità di appuntare note importanti in cima all'elenco e l'integrazione con Google Calendar.



Google Keep è senza dubbio il miglior servizio Google esistente, ma sono estremamente di parte. Ovviamente Gmail, Ricerca, Maps e così via sono fondamentali per l'esperienza utente dell'azienda, ma Keep è diventato qualcosa che uso quotidianamente praticamente per tutto. Alcune persone lo usano anche per le attività, al posto di Google Tasks. Siamo onesti, fa tutto meglio di Tasks, anche se hanno due scopi distinti ora che Tasks si sincronizza anche con il tuo calendario.

Un nuovo aggiornamento di Keep ora ti consentirà di utilizzare più della semplice tavolozza di colori standard per le tue note. Sul blog di Workspace, Google ha annunciato ieri che avrebbe iniziato a consentire agli utenti di tutti i livelli di Workspace e anche a quelli di noi con account Google personali di selezionare da una serie di immagini create dai designer come sfondo per le loro note di Keep! Per fare ciò, dovrai eseguire l'app su un dispositivo Android o iOS, anche se l'implicazione qui è che dovrebbe essere distribuita anche agli utenti di Chromebook. Questo inizialmente mi ha colto di sorpresa e non posso ancora farlo sul mio Pixel 4, ma dovrebbe essere solo una questione di tempo prima che l'aggiornamento arrivi alla maggior parte delle persone tramite il Play Store.

Quando ricevi la possibilità di impostare immagini personalizzate per le tue note adesive, tieni semplicemente premuta una nota o toccala, seleziona l'icona della tavolozza e invece di scegliere un colore standard, seleziona la nuova opzione immagine di sfondo. Google afferma che questo dovrebbe essere disponibile entro le prossime due settimane sia per i domini a rilascio rapido che per quelli a rilascio programmato contemporaneamente. Lo stesso vale per G Suite Basic e G Suite for Business, nonché per i normali titolari di account Google.

Al fine di mantenere la leggibilità con il testo delle note, immagino che queste immagini create dal designer saranno create in modo molto specifico per evitare di intralciare le tue informazioni. Detto questo, occuperà sicuramente spazio dietro il tuo testo invece di essere semplicemente allegato alla tua nota come un file immagine standard, poiché prenderanno il posto delle opzioni di colore piatto. Utilizzerai un'immagine di design o ti piacciono i tuoi appunti chiari come vengono? È passato molto tempo dall'ultima volta che abbiamo visto un notevole aggiornamento di Keep e spero che Google continui la tendenza a toccare i servizi che ha trascurato in tutti questi anni. Chissà, forse alla fine riceveremo questo aggiornamento anche per l'app web!

Tutti i livelli dell'area di lavoro
G Suite Basic
G Suite per le aziende
Account Google normali

Disponibilità

Condividi Con I Tuoi Amici :