La funzione super segreta delle raccolte di Google significherà la morte dei segnalibri in un modo o nell'altro

Editoriale

Condividere:

Se sei un avido utente di Google Chrome, potresti aver notato una nuova funzionalità chiamata Raccolte che sta spuntando. Questa funzione super segreta è essenzialmente il modo in cui Google elimina i segnalibri. Ma come lo farà esattamente?



I segnalibri sono morti. Ok, ora che ho arruffato qualche piuma, permettimi di spiegarmi. I segnalibri non sono necessariamente morti, perché abbiamo ancora bisogno di archiviare e organizzare le informazioni da tutto il Web, ma i segnalibri, come li conosciamo, stanno per finire. Vedete, il cervello umano è terribile nell'organizzare in modo persistente i dati che non sono urgenti e ancora peggio nel richiamarli quando è necessario, soprattutto se il compito iniziale di archiviarli è stato scaricato sulla tecnologia. Questo è il motivo per cui posso garantire che la maggior parte di voi che leggete questo ha centinaia di segnalibri con poca o nessuna organizzazione. Va bene, anche io. Qualunque sia il sistema che hai attualmente utilizzato, probabilmente non è aggiornato con le tue esigenze e ti immergi semplicemente per trovare un rapido riferimento a qualcosa che hai salvato l'anno scorso ma che probabilmente avresti potuto cercare su Google più velocemente. Se questo funziona per te, è perché hai accettato che sia quello che è, ma questo lo rende necessariamente un buon sistema?

Se all'inizio non ci riesci, prova, riprova

La missione di Google è sempre stata organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili e utili. Hanno provato a intervenire più volte e hanno giocato con l'idea di aiutare gli utenti a raccogliere e organizzare le informazioni che li interessano. Inizialmente, hanno creato lo standard Google Gestore dei segnalibri che tutti conosciamo e amiamo – quello che usiamo oggi. Anche se è un po' brutto e datato, è utilitaristico e 'fa il suo lavoro'. Fortunatamente, Google non si accontentava di aiutare gli utenti a 'portare a termine il lavoro', ma piuttosto voleva che lo facessero in modo efficiente e forse anche con stile. Ecco perché hanno creato l'estensione Salva su Google nel 2016. Salva su Google era principalmente un aggiornamento visivo del gestore dei segnalibri e prevedeva la possibilità di taggare le cose, ma alla fine è stato eliminato nel 2018 – solo due anni dopo il suo lancio iniziale. Il feedback è arrivato forte e chiaro sul fatto che la stilizzazione extra aveva rallentato il flusso di lavoro dell'utente.

  • Salva in estensione Google con tagging

  • Salva su Google o l'idea per le raccolte

Salva su Google è molto simile a Google Collections

Prima di presentarti le nuove Google Collections, voglio menzionare brevemente qualcosa qui. L'azienda aveva giocato con l'idea delle raccolte quando Google+ era ancora una cosa e io le adoravo. Sfortunatamente, sono stati interrotti. Il problema principale con le raccolte di Google+ era che consistevano solo di post e foto curate all'interno del social network. Indipendentemente dal fatto che Google+ sia sopravvissuto o meno, questa funzione sarebbe stata fortemente limitata nella sua portata e capacità di offrire informazioni agli utenti rispetto al Web aperto.

Raccolte di Google+

Inserisci 'Raccolte Google'

Mentre Google avrebbe potuto arrendersi e lasciare che tutti avessero i propri segnalibri basati su testo, il che ha permesso loro di aggiungere contenuti web in un modo che avrebbe fatto venire un infarto ai fanatici della pulizia come me (a molte persone piace quella libertà!), invece l'hanno presa come un'opportunità per vedere come potrebbero migliorare l'esperienza provata e vera. Il bookmarking non riguardava solo lo stile e certamente non si trattava di essere social in quel momento. Si trattava di rendere le informazioni più accessibili e utili. Hanno creduto così tanto nell'idea che hanno preso tutto ciò che avevano imparato, insieme ai loro nuovi superpoteri di intelligenza artificiale e apprendimento automatico, e hanno creato ciò che abbiamo ora. I dati devono essere archiviati dove sono più utili per quando sono più rilevanti. Altrimenti, è assolutamente inutile. La nuova funzione Raccolte lo fa per te, proprio come quando eravamo soliti taggare le nostre foto in Picasa Web Album fino a quando Google Foto non è arrivato e l'ha sostituito. È stato allora che abbiamo iniziato ad adottare l'approccio Make Google do it. Data la popolarità di Foto, non riesco quasi a credere che la maggior parte degli utenti preferirebbe le cose come erano prima.

I dati devono essere archiviati dove sono più utili per quando sono più rilevanti. Altrimenti, è assolutamente inutile.

Michael Perrigo – (Ho sempre voluto citare me stesso)

La moderna funzionalità Raccolte mette inoltre nelle mani degli utenti la potenza del Web aperto e dei suoi creatori di contenuti in tutto il mondo e riporta loro l'attività dell'utente. Penso che Google abbia capito che fare ciò che sa fare meglio e connettere le persone alle informazioni che organizzano aveva più senso che cercare di tenere tutti in casa. Il web non può davvero essere addomesticato o posseduto, quindi ci stanno solo dando il potere di esplorarlo e, alla fine, è in linea con la loro dichiarazione d'intenti.

Mentre raccogli tutto direttamente all'interno di Google, sei costantemente collegato ad altri posti su Internet. Ora non avrai più bisogno di andare su un social network limitato come Google+ per salvare la ricetta della torta al cioccolato tedesca o parlarne con persone in una comunità interna. Gli esperti sono già su quel blog di mamma e pop pasticceria che ti piace e la ricetta è tua per la presa, grazie a tutto il duro lavoro che il proprietario ha fatto per mettere insieme le istruzioni per te. Ci sono alcune persone che affermano, piuttosto duramente, che le raccolte sono solo un modo per Google di tenerti all'interno del loro ecosistema e venderti cose. Sebbene ciò possa certamente essere vero in una certa misura in quanto sono una società a scopo di lucro, tieni presente che sei libero di visitare qualsiasi luogo sul Web aperto utilizzando gli strumenti di Google come gateway e quindi acquistare i tuoi prodotti lì, supportando le tue attività e i creatori locali e di piccole dimensioni.

Le raccolte non sono davvero un segreto, ma il loro potenziale e la loro influenza sono gravemente sottovalutati e la maggior parte di voi probabilmente non si è accorta che hanno invaso quasi ogni aspetto dell'ecosistema di Google negli ultimi anni. Puoi trovare una piccola icona di segnalibro sul Web e sul tuo telefono Android o iOS. Se sei un laptop o un desktop, devi semplicemente visitare le tue Collezioni digitando |_+_| nel browser. Se utilizzi un dispositivo mobile, apri l'app Ricerca Google e vedrai un pulsante Raccolte nella barra in basso. Questo era nascosto nel menu 'altro' di diverse app di Google, ma da quando hanno iniziato a mettere in atto la loro strategia, ha trovato la sua via d'uscita allo scoperto. Dovresti anche prendere nota della stessa icona del segnalibro nella barra inferiore di Google Maps e Google TV, su ogni immagine su Google Ricerca immagini, sugli elenchi di Google Jobs, su ogni elemento nel Play Store, Google Maps, News, la visualizzazione web del browser Chrome per Android e iOS, Google Shopping e di più. Dove non lo vedi ancora in posti come Google Play Books, Play Games, Youtube (Guarda più tardi), il tuo feed Discover e altro, posso garantirti che alla fine lo farai. L'icona del segnalibro (come se si trovasse fuori da un vero libro) è diventata un segno universale per salvare le cose, quindi ha senso continuare a unificare l'esperienza in tutti i loro servizi.

  • Condivisione di raccolte

  • Suggerimenti di raccolta basati su AI/ML

Suggerimenti per le raccolte di Google e funzioni di condivisione

Le collezioni ci consentono anche di vivere il mondo attraverso viaggi, cibo, artigianato e altro e di eliminare la nostra cosiddetta 'lista dei desideri' in un modo che i segnalibri non potrebbero mai fare. Prima di iniziare a usarli, archiviavo centinaia di segnalibri e mi sentivo costantemente frustrato perché non sapevo cosa stavo facendo con tutti quei dati... il volume e la disorganizzazione di questi dati mi hanno rapidamente sopraffatto. è molto simile a quando il tuo desktop non funziona, ma sei troppo occupato per organizzarlo (ecco perché i Chromebook non ne hanno uno). Chi vuole microgestire i propri dati personali tutto il giorno invece di vivere la vita e metterla in moto? Le collezioni eliminano quasi completamente tutto quello stress. Oltretutto, noi umani amiamo collezionare cose , siamo semplicemente terribili nel trovare costantemente un posto in cui sia rilevante nella nostra vita quotidiana poiché la nostra capacità di attenzione e le nostre risorse mentali sono limitate. Sto già creando un tutorial completo per le raccolte mentre parliamo (o meglio, mentre scrivo e tu leggi), ma per ora puoi esplorarle da solo utilizzando le informazioni in questo articolo.

Perché non ti piacciono le raccolte Google, ma dovresti

Odiamo l'idea che qualcun altro controlli la nostra esperienza perché sentiamo che non sarà più nostra, ma mentre è bene essere cauti, dovremmo fare affidamento sulla tecnologia in qualche modo per migliorare le nostre menti e le nostre esperienze di vita - questa è la vera ragione l'abbiamo creato noi, dopo tutto! Se hai provato a utilizzare le raccolte e non ti è piaciuto perché hai scoperto che non puoi salvare qualsiasi cosa dal Web, come ha detto Robby , tieni presente che l'intera idea è di aiutarti ad aggiungere informazioni solo dove è rilevante , risolvendo così il 'problema dei segnalibri' secondo cui tutto è un pasticcio incoerente. Come ho detto, il cervello umano non sempre sa cosa fare con tonnellate di dati e quando e dove usarli o richiamarli: i computer sono molto più bravi in ​​questo. Inoltre, questa caratteristica potrebbe arrivare presto . Sebbene al momento non vi sia alcuna indicazione sul fatto che funzionerà o meno come una raccolta 'Leggilo più tardi', abbiamo già visto Google iniziare a collegare il loro feed Discover con Google News per salvare gli articoli per dopo e penso che sia davvero il primo passo, almeno per gli utenti mobili. Al di fuori delle ricette (utilizza una raccolta) e dei siti Web (crea una scorciatoia per Chromebook), la maggior parte di ciò che le persone aggiungono ai segnalibri è qualcosa che vogliono leggere in seguito e questo potrebbe risolvere il problema.

Google sta cambiando il modo in cui esaminiamo ed elaboriamo le informazioni. In molti modi, le Collezioni sono l'epitome della loro missione e una vera evoluzione del classico e amato sistema di bookmarking. Sono letteralmente usati per organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili e utili. Catturando ogni bit di informazione all'interno di una carta bella e facilmente digeribile di cui hai il controllo e applicandovi i loro 22 anni di esperienza di ricerca, possono aiutarti a decidere come ottenere il massimo dai dati nella tua vita .

Non vedo le raccolte 'tramonto' di Google come accadeva con le raccolte Salva su Google e Google+. I progetti vengono lasciati andare se richiedono uno sforzo eccessivo da parte dell'utente e l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico lo risolveranno con questo sforzo sempre di più nel tempo. Penso che le nuove Collezioni diventeranno uno standard, sostituendo un giorno il classico gestore di segnalibri. Un'affermazione audace per essere sicuri , ma quando vedi che Google continua a cimentarsi in qualcosa, dimostra che sono investiti oltre il semplice armeggiare. Un giorno parlerò molto presto del motivo per cui il Cimitero di Google è un mito, ma per ora sappi solo che, sebbene possano avere un viaggio un po' disordinato, non credo che andranno da nessuna parte. Inoltre, nulla rende davvero speciali i segnalibri classici, tranne la loro capacità di essere esportati come testo in chiaro e rimossi dai servizi di Google per essere custoditi o utilizzati altrove. Indovina un po': le raccolte possono fare la stessa cosa. Se visiti Google Asporto , puoi esportarli tutti in formato CSV che è molto più pulito e ha più senso di un semplice documento di testo, secondo me.

Google Takeout per le raccolte

Anche se Google ha eliminato il servizio, sta già trasformando il significato di raccogliere e organizzare informazioni sul Web aperto. In effetti, stanno contribuendo a influenzare il DNA stesso del settore. Guarda cosa sta facendo Microsoft all'interno di Bing - Collections (sotto). Guarda cosa sta facendo Twitter: Liste. Guarda Facebook e Instagram: elementi salvati. Stumbleupon lo fa da anni e anche altri. Tutti usano praticamente l'icona del segnalibro, quel segno universale che ho menzionato prima. Sebbene Google non abbia certamente avviato questa tendenza, si sta appoggiando duramente con l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico per riuscire a togliere il peso all'utente in un modo che nessuno è stato in grado di fare prima. Fai in modo che Google lo faccia, perché è una specie di loro cosa, dopotutto. Anche se vedrai un'immediata protesta contro questo approccio, penso che la maggior parte delle persone a cui chiedi lo considereranno una boccata d'aria fresca.

Una parola di saggezza

Ora potresti chiederti: se le raccolte Google sono così fantastiche, perché non ne ho mai sentito parlare? Bene, vorrei ipotizzare che forse Google non ne parla ancora molto perché stanno giocando a lungo. È più che probabile che li implementino in tutte queste app e servizi e li implementino in molti dei modi che ho previsto. Quindi, quando vedrai il prodotto finale, avrà un senso in un modo che guardare un'opera d'arte incompiuta non avrebbe mai potuto. Probabilmente penserai persino che il vecchio metodo per aggiungere segnalibri non sia più adatto all'era moderna dell'informazione e della collaborazione in cui ci troviamo. Almeno, questa è la mia speranza.

Ti lascio solo con questo: anche se nulla ti impedirà mai di archiviare i tuoi segnalibri nel buon vecchio modo, prevedo che poiché ci stiamo dirigendo verso un futuro di intelligenza artificiale e apprendimento automatico a velocità vertiginosa, queste grandi aziende potrebbero uno giorno sostituisci completamente i tuoi classici gestori di segnalibri con Raccolte e la cosa migliore che puoi fare è essere aperto al cambiamento, almeno un po'. Nessuno ti obbliga a utilizzare nuovi strumenti: esiste sempre un'alternativa open source e, in caso contrario, può essere creata. Tuttavia, coloro che apprezzano di più la tecnologia e le permettono di arricchire la propria vita sono quelli che si adattano al cambiamento e affrontano tutto con una mente aperta. È bene essere cauti e avere controlli ed equilibri, qualcosa di cui abbiamo sicuramente bisogno di più. Se vivremo in un mondo in cui la tecnologia ci avvantaggia in qualsiasi modo, evitare del tutto l'innovazione e la convenienza non è un percorso da seguire, essere coinvolti nel plasmare il suo futuro lo è, e credo che Google Collections possa svolgere un ruolo importante in questo.

Visualizza ora le tue collezioni

Condividi Con I Tuoi Amici :