Gli utenti di Google Workspace ottengono un'estensione della scadenza per le restrizioni di archiviazione

Notizia

Condividere:

Google ha annunciato che gli utenti della sua suite di produttività Google Workspace avranno più tempo per rispettare le nuove restrizioni di archiviazione. La società ha affermato che sta estendendo la scadenza per gli utenti per soddisfare i nuovi requisiti dal 1 giugno al 1 settembre. L'annuncio arriva dopo che Google ha recentemente annunciato modifiche alla sua politica di archiviazione per gli utenti di Google Workspace. In base alla nuova politica, gli utenti potranno archiviare solo fino a 30 GB di dati nel proprio account, rispetto all'attuale limite di 1 TB. Google ha affermato che il cambiamento è necessario per 'semplificare' le sue offerte di archiviazione e renderle 'più coerenti' con altri servizi. La società ha aggiunto che la maggior parte degli utenti non sarà interessata dal cambiamento, poiché attualmente utilizzano meno di 30 GB di spazio di archiviazione.



Nel novembre dello scorso anno, Google ha annunciato che avrebbe detto addio allo spazio di archiviazione illimitato e gratuito per gli utenti di Workspace perché in realtà non lo utilizzavano e perché apparentemente lo spazio di archiviazione si stava esaurendo. Ha concesso alle scuole e alle imprese fino al 1 giugno 2021 per fare pace con questo e ha offerto loro la possibilità di eseguire l'aggiornamento a un costo aggiuntivo rispetto al pagamento mensile esistente. Ora, l'azienda ha esteso tale data fino al 1° febbraio 2022, ovvero circa 8 mesi in più!

Non sono sicuro del motivo per cui Google abbia deciso di apportare il cambiamento, ma probabilmente ha qualcosa a che fare con il panorama in continua evoluzione da G Suite a Workspace oltre alla già stressante pandemia e a tutti i cambiamenti che sono stati necessari con essa. Questo aggiornamento si applica a tutti i file di Documenti, Fogli, Presentazioni, Disegni, Moduli o Jamboard Google appena creati. Dopo la suddetta data, questi saranno ufficialmente conteggiati per la quota di spazio di archiviazione di Drive della tua organizzazione. I file creati prima di questa data non lo faranno, a meno che non vengano modificati durante o dopo la nuova scadenza di febbraio. Ciò significa che i tuoi documenti di archivio esistenti con cui non scherzi sono essenzialmente archiviati gratuitamente, ma nel momento in cui desideri renderli nuovamente parte attiva del tuo carico di lavoro, dovrai considerarli un contenuto a pagamento.

Google ha detto in precedenza Addio a Unlimited anche per gli account Google personali e ho avuto la sensazione che avrebbe seguito strappandolo agli utenti di Workspace subito dopo. Devo menzionare in particolare che questa scadenza aggiornata non si applica a Google Foto di alta qualità: questi inizieranno comunque a essere conteggiati nella tua quota il 1° giugno 2021. Google afferma che la maggior parte degli utenti non sarà nemmeno interessata da questi cambiamenti, poiché come In precedenza ho affermato che la maggior parte non utilizzava nemmeno l'intera quantità di spazio di archiviazione fornito gratuitamente con il proprio account.

Secondo Google, ogni giorno vengono aggiunti 4,3 milioni di GB di dati tramite i suoi servizi Gmail, Drive e Foto: wow! Come promemoria, gli amministratori avranno accesso a nuovi strumenti per aiutare a gestire lo spazio di archiviazione tra i loro utenti, in modo simile all'indicatore della quota di spazio di archiviazione che è stato distribuito ai titolari di account Google standard lo scorso anno. Puoi dare un'occhiata al Rapporto utente sull'utilizzo delle app per saperne di più su questo. Tutto quanto discusso qui oggi si applica a tutti i livelli di Workspace, nonché alle rimanenti licenze G Suite.

Condividi Con I Tuoi Amici :