Aggiornamento di Nest Audio per continuare la tendenza della casa intelligente di Google di sostituire CastOS con Fuchsia

Casa Intelligente

Condividere:

Nest Audio è l'ultimo smart speaker di Google e si basa sulla tendenza dell'azienda di utilizzare la sua piattaforma CastOS per i suoi dispositivi domestici intelligenti. Fuchsia è il successore di CastOS ed è progettato per essere più modulare e scalabile rispetto al suo predecessore. Nest Audio utilizza Fuchsia per fornire un modo più efficiente per gestire il tuo impianto audio domestico.



Potresti già sapere che Nest Hub di Google e Nest Hub Max sono ora in esecuzione sul nuovo sistema operativo misterioso (o meno misterioso, a seconda di chi lo chiedi) dell'azienda. Tuttavia, questa è solo la punta dell'iceberg.

C'erano parla di un imminente aggiornamento di Chromecast Audio o un nuovo dispositivo per la smart home Nest impostato per eseguire Fuchsia fuori dalla scatola. Se avremo o meno un sostituto per il tristemente scomparso Chromecast per audiofili è ancora in sospeso, ma una cosa è certa: Google è in grado di implementare questo nuovo sistema operativo su tutti i dispositivi che può.

Fonte: 9to5Google

In un nuovo Deposito di cromo scoperto per la prima volta da 9to5Google (che non è più disponibile al pubblico, ma puoi vederlo sopra), Nest Audio è in discussione e il repository mostra un tag 'Fuchsia'. Ciò indica chiaramente che l'attuale sistema operativo integrato in questi dispositivi viene abbandonato a favore di quello nuovo e brillante.

Non ti illudere ancora per due motivi. Innanzitutto, poiché Fuchsia viene sostituito, non cambia nulla sull'esperienza dell'utente, almeno non ancora. L'idea è di sostituire una base di codice uno a uno che ha maggiori possibilità future. Ciò significa che probabilmente non vedrai assolutamente alcuna differenza. In effetti, la maggior parte degli utenti non sarà nemmeno consapevole del fatto che la loro casa intelligente funziona su qualcosa di completamente diverso, e va bene così.

In secondo luogo, probabilmente ci vorrà un anno intero prima che si verifichi questo cambiamento, secondo 9to5. Quasi tutto ciò su cui lavora Google richiede da sei mesi a due anni per essere implementato completamente dal momento in cui è stato annunciato, a quanto pare, quindi questo non dovrebbe sorprendere nessuno. Più di ogni altra cosa, sono solo curioso di sapere quali piani ha l'azienda per il futuro dei suoi prodotti hardware.

Condividi Con I Tuoi Amici :