Ancora una volta, Adobe Premiere Rush compare sui Chromebook

Chromebook

Condividere:

Adobe Premiere Rush è nuovamente disponibile sui Chromebook, portando l'editing video di livello professionale sui dispositivi Chrome OS. Con Premiere Rush, puoi modificare i video più velocemente e più facilmente che mai, grazie alla sua interfaccia semplice ma potente. Inoltre, con la sua integrazione con Adobe Creative Cloud, puoi accedere a tutte le tue foto e video da qualsiasi dispositivo.



Ben più di un anno fa, Adobe ha annunciato il debutto di Premiere Rush su Google Play Store. Mentre l'elenco dei dispositivi supportati era ed è tuttora molto limitato, l'annuncio è stato accompagnato ma la promessa che il supporto dei Chromebook aveva la massima priorità. Diciassette mesi e alcuni avvistamenti sporadici dopo, sembra che non siamo più vicini a quella realtà di Rush su Chrome OS di quanto lo fossimo la scorsa primavera. Cioè, fino a questa mattina, quando abbiamo saputo di un altro utente che aveva installato Adobe Premiere Rush sul proprio Pixelbook Go.

La conversazione si è svolta nel nostro Canale Patreon Discord dove Pfredd ha affermato di aver appena installato Adobe Premiere Rush sul suo Chromebook HP 15. Ci siamo affrettati a iniziare a controllare i dispositivi nel tentativo di vedere se anche noi potessimo installare l'applicazione di editing video molto ricercata che porta frammenti di Adobe Premiere Pro e Audition in un'app mobile che si sincronizza su tutti i dispositivi. Purtroppo, nemmeno un Chromebook solitario troverebbe Rush durante la ricerca nel Play Store. Andare al Play Store sul Web offriva la possibilità di installare l'editor sul mio Pixelbook Go, ma quando ho fatto clic su Installa non è successo nulla. Ho provato un dispositivo Comet Lake e il Lenovo 10e alimentato da un SoC MediaTek. Niente da fare.

Dopo aver scavato un po' più a fondo, abbiamo scoperto che Pfredd era effettivamente nel canale Beta di Chrome OS. Con quella conoscenza in mano, ho spostato il PB su Beta e BOOM , Adobe Premiere Rush era proprio lì nell'app Play Store pronta per l'installazione. Da quello che possiamo dire, la combinazione magica per ottenere Rush è un processore Intel Kaby Lake di ottava generazione e il canale Beta di Chrome OS. Tuttavia, prima di passare da un canale all'altro o di acquistare un nuovo Chromebook, lascia che ti dia una panoramica di come attualmente funziona Adobe Premiere Rush su Chrome OS.

Non bene. Molte delle funzionalità di Rush sembrano funzionare proprio come dovrebbero. I file audio stock sono lì e funzionano come dovrebbero. Puoi aggiungere file a un progetto utilizzando immagini e video salvati localmente dal tuo Chromebook. Sfortunatamente, questo è quanto ho potuto ottenere con il mio processore della serie Y a bassa potenza. Dopo aver aggiunto i file, la creazione di un progetto ha provocato l'errore che vedi sopra. Pfredd è stato in grado di andare un po' oltre con il suo Core i5 U-Series HP, ma ha affermato che facendo clic sul colore o sugli strumenti di trasformazione si è verificato un arresto anomalo. In un certo senso nerf completamente l'app se puoi effettivamente modificarla con un editor, giusto?

Non sono sicuro che l'apparizione di Rush nel canale Beta sia un indicatore del fatto che potremmo finalmente vedere un rilascio ufficiale. Detto questo, Adobe ha ancora del lavoro serio da fare se ha intenzione di conquistare gli utenti di Chrome OS. La versione premium di Premiere Rush costa $ 9,99 al mese e non offre quasi tutte le funzionalità robuste che potresti trovare sugli editor Linux gratuiti o anche su alcune opzioni online come WeVideo. Il vantaggio di Rush è la possibilità di modificare in movimento e quindi sincronizzare automaticamente i tuoi progetti con i tuoi prodotti Adobe desktop. Questo è un ottimo caso d'uso, ma penso che il mercato per questo su un Chromebook sarà molto ristretto. Personalmente, preferirei vedere Google collaborare con un vero sviluppatore Android o forse un prodotto Linux e produrre un editor robusto progettato specificamente per Chrome OS. Indipendentemente da ciò, la ricomparsa di Rush è una buona notizia per i Chromebook e speriamo che Adobe mantenga il suo impegno nei confronti di Chrome OS e dei suoi utenti. Vedremo.

Condividi Con I Tuoi Amici :