Stadia utilizzerà presto meno dati grazie al codec di compressione AV1, ma anche questi altri servizi Google lo faranno

Stadia

Condividere:

Non c'è dubbio che i giochi in streaming siano il futuro. La piattaforma Stadia di Google sta guidando la carica e la sua recente adozione del codec di compressione AV1 è un enorme passo avanti per trasformare quel futuro in realtà. Questo nuovo codec non solo renderà Stadia più efficiente nell'utilizzo dei dati, ma avrà anche un impatto positivo su altri servizi Google che utilizzano lo streaming video.



Google utilizza da alcuni anni un codec chiamato AOMedia Video 1 o AV1 per ridurre la larghezza di banda necessaria per lo streaming di contenuti video dai propri servizi in modo che gli utenti con una larghezza di banda ridotta possano trarne vantaggio senza ridurre la qualità dell'immagine. AV1 è già stato integrato in Youtube, Google Duo, Chrome e Android e fornisce un miglioramento del 30% alla compressione rispetto allo standard VP9 utilizzato in precedenza.

Lo stesso codec è stato adottato da altre società come Netflix e Facebook per offrire ai clienti migliori esperienze di streaming, in particolare sulle connessioni dati mobili. In un recente discussione all'IBC , il direttore della gestione dei prodotti di Google, Matt Frost, ha rivelato che presto l'azienda utilizzerà AV1 in un numero ancora maggiore di applicazioni e servizi basati su video come Stadia, Meet, Foto e TV! Alleanza per i media aperti @a4omedia #ICYMI - Guarda questo @IBCShow Tavola rotonda 2020 con @amazon , @Facebook , @Google , @Intelsoftware , @Netflix , e @ TencentGlobal sulla disponibilità commerciale #AV1: https://t.co/X70Gq0S2Vb https://t.co/9zeizTfSWJ 17:56 · 2 nov 2020 19 2

Poiché i dettagli del codec sono molto più avanzati di quanto potrei spiegare, puoi leggere tutti i dettagli più fini più avanti Sviluppatori XDA riassunto di esso, ma fondamentalmente, i benefici potrebbero essere sostanziali! I miglioramenti di AV1 possono significare un migliore live streaming, videochiamate tramite RTC, dimensioni ridotte per i file offline e forse anche contenuti video HDR 4K riprodotti su una rete mobile, specialmente quando il 5G matura ! Per Stadia, ciò significa che la visione di Google per il cloud gaming su una connessione dati potrebbe finalmente essere praticabile, soprattutto per coloro che soffrono di limiti di dati malvagi. Non posso fare a meno di pensare a come questo possa favorire il potenziale delle app web progressive nel loro insieme anche nel prossimo futuro.

Ciò che rende il codec ancora più speciale è che è completamente royalty-free, il che significa che chiunque, anche Google, può usarlo senza pagare costi di licenza, purché lo facciano entro i limiti del loro accordo. Ciò significa che molte aziende hanno iniziato ad adottare AV1 e il supporto per esso sta già crescendo notevolmente. Infatti, L'Alliance for Open Media comprende molte di queste aziende , e poiché ci stanno mettendo il loro peso, è probabile che abbia successo e rapidamente!

Anche questo supporto non arriva solo da Google. L'Alliance for Open Media comprende tutti, dai progettisti di processori (AMD, ARM, Broadcom, Chips&Media, Intel, Nvidia, ecc.) agli sviluppatori di browser (Google, Microsoft e Mozilla) ai servizi di streaming e videoconferenza (Adobe, Amazon, BBC R&D, Cisco, Netflix, Youtube, ecc.). Ci si aspetta che queste aziende sfruttino la loro forza sostanziale per implementare il supporto AV1, con i primi servizi di streaming che dovrebbero essere pronti entro soli 6 mesi dalla finalizzazione del formato bitstream e i primi decodificatori hardware dovrebbero essere pronti entro 12 mesi. Questo da solo porterà abbastanza rapidamente un sostanziale supporto hardware per AV1, tuttavia, se tutto si allinea, potremmo persino vedere un'accelerazione hardware parziale trasferita su hardware già esistente, come quello che è successo con VP9, ​​il che sarebbe un enorme vantaggio per la compatibilità.

Sviluppatori XDA sulla creazione dell'Alliance for Open Media

Tuttavia, il percorso per AV1 non è chiaro: prima che possa essere completamente adottato, potrebbe dover prima combattere alcune battaglie legali. I popolari codec di nuova generazione come HEVC e VP9 stanno minacciando di portare avanti un contenzioso e di far rivedere il proprio codice per assicurarsi che non stiano violando alcun brevetto, ma l'Alleanza sta facendo del suo meglio per assicurarsi che risultino puliti e potrebbe nemmeno essere un problema quando tutto è detto e fatto.

Ciò che mi entusiasma di più è lo streaming di Stadia ovunque io vada senza preoccuparmi del mio limite di dati, miglioramenti alla trasmissione dei miei ricordi da Google Foto alla mia TV e il nuovo Chromecast con Google TV che diventa ancora più fantastico durante il viaggio. Anche se non ho quasi un limite di dati su Google Fi e di certo non sto viaggiando in questo momento, quindi non ho bisogno di temere il Wi-Fi scadente dell'hotel, mi preoccupo ancora di queste cose e non vedo l'ora di beneficiare degli algoritmi di compressione superiori di AV1 quando il tempo arriva!

Condividi Con I Tuoi Amici :