Sì, il silicio di Google arriverà sui telefoni Pixel 6 e probabilmente anche di più

Prossimi Dispositivi

Condividere:

Il silicio di Google arriverà sui telefoni Pixel 6 e probabilmente anche di più. La società dovrebbe annunciare il suo nuovo processore durante l'evento Made by Google di ottobre.



È passato praticamente un anno da quando il rapporto iniziale si è fatto strada su Internet secondo cui Google stava lavorando con Samsung per creare il proprio silicio interno sia per i telefoni Pixel che per i Chromebook. Abbiamo parlato a lungo del motivo per cui questa è una buona idea e come può davvero avvantaggiare l'hardware di Google in molti modi, ma fino ad ora esisteva solo come voce relativamente affidabile. Ma oggi tutto ciò cambia con a rapporto da 9to5 Google affermando di aver messo gli occhi sulla documentazione che prevede il rilascio dei prossimi telefoni Pixel (probabilmente Pixel 6 e 6XL) che ospitano qualcosa di diverso dal silicio Qualcomm con cui sono stati spediti in passato.

Invece, questi telefoni arriveranno con chip 'Whitechapel' - il nome in codice trapelato per i SoC realizzati da Google quasi un anno fa - soprannominato internamente GS101. È ovvio che GS stia per Google Silicon, ma ciò non è fornito dalla fuga di notizie: è solo un'impressione. In questa documentazione, 'Whitechapel' è stato utilizzato in connessione con un nome in codice 'Slider' che è stato precedentemente trovato nell'app Google Camera. Si ritiene che 'Slider' sia una piattaforma condivisa per il SoC 'Whitechapel' e appaia in altri progetti relativi ai SoC Exynos di Samsung che alimentano i telefoni Galaxy in altri paesi al di fuori degli Stati Uniti. Inoltre, il documento trapelato cita anche questo nuovo chip 'Whitechapel' in fase di sviluppo La divisione System LSI (Large Scale Integration) di Samsung, dandoci un suggerimento che questi processori condivideranno molto in comune con l'attuale gamma di chip Exynos di Samsung.

9to5 riportato anche in precedenza che i nomi in codice per i prossimi telefoni Pixel dopo Pixel 5a sono 'Raven' e 'Oriole' e secondo questo nuovo rapporto su 'Whitechapel', questi due dispositivi saranno i primi telefoni costruiti sulla piattaforma 'Slider' sopra menzionata. Con tutte queste prove, è molto chiaro che Google è pronta a lanciare Pixel con il proprio silicio personalizzato all'interno, e questo è un grosso problema. Puoi ascoltare il nostro podcast per sapere perché lo pensiamo proprio qui.

E i Chromebook?

Per ora, non ci sono riferimenti a Chrome OS o Chromebook da trovare insieme a 'Whitechapel' o 'Slider'. Quando sono apparse le prime perdite di silicio di Google, però, la tabella di marcia sembrava chiara: prima i telefoni, poi i Chromebook.

Google ha compiuto progressi significativi nello sviluppo del proprio processore per alimentare le versioni future del suo smartphone Pixel già dal prossimo anno e, infine, anche i Chromebook, ha appreso Axios.

fonte: Axios

Da quando quell'articolo di Axios è emerso nella primavera del 2020, siamo stati alla ricerca di qualsiasi cosa che puntasse in remoto a un Chromebook basato su ARM, creato da Google e siamo rimasti vuoti. Scommetto che Google risolverà prima i nodi nella gamma Pixel e inizierà a lavorare sulla variante Chromebook del chip 'Whitechapel' qualche tempo dopo. Affinché l'investimento abbia un senso fiscale, devono vendere telefoni e probabilmente venderne parecchi.

Come tutti sappiamo, le perdite si verificano abbondantemente con l'hardware di Google, quindi sono propenso a pensare che ne sapremo molto di più su questi nuovi telefoni Pixel e sui processori all'interno entro la prossima manciata di settimane. Con la tendenza di Google verso una versione di ottobre del suo hardware principale, c'è un sacco di tempo per il treno dell'hype per salire sui binari e iniziare la strada, ma escluderei sicuramente un Chromebook con questo chip all'interno per il 2021. Forse il 2022, anche se. Nel frattempo, abbiamo un sacco di dispositivi imminenti in arrivo e molti di essi presenteranno silicio basato su ARM più potente, quindi avremo tutti un'idea molto migliore di ciò che la prossima generazione di Chromebook ARM può fare mentre aspettiamo ulteriori informazioni su un Chromebook Google Silicon.

Condividi Con I Tuoi Amici :