Ora puoi navigare sul Web in Daydream VR con Chrome

Notizia

Condividere:

Se sei un fan della realtà virtuale (VR), ti aspetta una sorpresa. Ora puoi navigare sul Web in VR con Chrome, grazie all'ultimo aggiornamento di Google. Esatto, ora puoi esplorare Internet in tutto il suo splendore a 360 gradi utilizzando il visore Daydream View. Per iniziare, apri semplicemente Chrome sul telefono e indossa il visore Daydream View. Quindi, vai a qualsiasi sito Web che desideri controllare. Una volta che sei lì, premi il pulsante 'Visualizza in VR' nell'angolo in basso a destra dello schermo. Questo avvierà Chrome in modalità VR, offrendoti un'esperienza completamente coinvolgente. Ora puoi navigare sul Web come mai prima d'ora, perdendoti in tutti i siti e contenuti disponibili. Che tu stia cercando informazioni su un argomento specifico o desideri semplicemente esplorare Internet in generale, Daydream VR con Chrome è il modo perfetto per farlo. Allora, cosa stai aspettando? Fai un tentativo oggi!



Bene, è passato molto tempo, ma sembra che gli utenti saranno finalmente in grado di navigare sul Web con l'auricolare Daydream utilizzando il browser Chrome. Ho dato un'occhiata e abbiamo scritto delle fasi infantili di questo sviluppo nel settembre del 2017, quindi dire che questo sviluppo è lungo nel dente è un eufemismo.

L'interfaccia complessiva è ancora molto semplificata, ma efficace. Gli utenti non devono scaricare nulla di aggiuntivo: basta avviare l'ultima versione dell'app Daydream, selezionare la libreria dell'app e Chrome sarà lì per l'uso.

Il telecomando Daydream funziona abbastanza bene per la navigazione poiché il pulsante principale funge anche da trackpad per scorrere qualsiasi sito web che visualizzi. Inoltre, i video si espandono bene e offrono un'esperienza molto coinvolgente se guardati in questa modalità.

Per ora, stai guardando una versione mobile dei siti Web e non c'è un modo per ingrandire o ridurre, ma presumo che più opzioni arriveranno con il passare del tempo. Personalmente mi piacerebbe vedere un'opzione di visualizzazione desktop e anche un modo semplice per ingrandire. Mentre lo desidero, mi piacerebbe anche vedere un nuovo pulsante di scheda che carica un'altra istanza della finestra accanto a quella attuale. Posso immaginare uno scenario con più schede aperte nello spazio in cui potrei semplicemente guardarmi intorno per vedere più flussi di contenuto.

Attualmente, puoi trascinare la tua finestra di Chrome nello spazio, quindi sembra che non sia fuori questione.

Inoltre, c'è un'ottima tastiera virtuale che funziona proprio come ti aspetteresti quando devi digitare in un campo di testo. Le prime versioni della navigazione web in VR mancavano gravemente di questa funzionalità, quindi è fantastico vederla in produzione.

La vera ragione per cui questa è una cosa

Nel complesso, tuttavia, il vero punto di un browser in VR non è la navigazione web di base. Invece, Chrome in Daydream fungerà da meccanismo di consegna per le esperienze WebVR.

Fino a questo punto, raggiungere e utilizzare un servizio webVR era davvero complicato. Senza un browser Web e una tastiera adeguati, gli utenti dovevano accedere a un URL WebVR e avviare l'esperienza prima di posizionare il dispositivo nel visore. A volte quel processo avviava l'app Daydream e lasciava il sito webVR, rendendo l'intero processo imbarazzante.

Con questa nuova esperienza di Chrome, tuttavia, l'intero processo è notevolmente semplificato. Basta aprire Chrome nell'app Daydream, digitare l'URL e avviare l'esperienza.

Con questo in atto, webVR potrebbe finalmente avere la sua giornata al sole. Le esperienze che abbiamo provato sono fantastiche, fluide e funzionano molto bene. Il problema principale per le persone che hanno dato questa possibilità fino ad ora è stata semplicemente la difficoltà nel navigare verso la fonte.

Non è più un problema.

Con una manciata di modifiche, penso davvero che navigare sul Web con un visore VR potrebbe diventare una funzione utilizzabile. Immagino uno scenario futuro in cui posso avere più schede aperte nello spazio intorno a me con visualizzazioni desktop complete e supporto per tastiera. Con alcuni progressi in più nella risoluzione dello schermo e nel tracciamento delle mani, le workstation VR potrebbero effettivamente diventare una valida alternativa all'acquisto di grandi monitor. Forse no, ma è divertente sognare, giusto?

Condividi Con I Tuoi Amici :